Berlusconi e la stagista

La sera del 19 novembre 2008 il presidente del Consiglio, nella splendida cornice romana di Villa Madama, ha ricevuto i più bei nomi dell’imprenditoria del Paese, per una cena ufficiale tra il governo e le grandi firme del Made in Italy. Almeno una sessantina gli invitati, che il premier ha intrattenuto insieme a diversi ministri, da Letta a Tremonti, da Bondi a Fitto. Al suo tavolo da otto, al centro del salone, insieme a stilisti di spicco come Santo Versace e la moglie, Leonardo Ferragamo e la sorella Giovanna, Paolo Zegna e Laudomia Pucci, il Cavaliere ospitava “una splendida ragazza”, secondo il racconto di chi c’era. Capelli castano chiari, vestito in lamè. Molto giovane, molto avvenente, sconosciuta a tutti. Berlusconi, secondo la testimonianza di un industriale che ha partecipato all’evento, l’ha presentata ai commensali come “Noemi Letizia, figlia di carissimi amici di Napoli. Sta facendo uno stage – ha aggiunto il premier – ed è qui per conoscere i grandi protagonisti del mondo della moda” (da Repubblica).

Lui presidente del Consiglio, lei giovane stagista. Mutatis mutandis — lei era più vecchia, 22 anni — e lo dico senza alllusioni di sorta, vi ricorda qualcuno?

Noemi Letizia



Commenti

  1. Ma dai che le mutande son sempre dello stesso tipo, ahahhaha

    Scritto da enrico bo, 4 anni, 11 mesi fa


  2. enrico, ma che vai a pensare. E' sempre il nostro presidente del Consiglio.

    Scritto da Boh/orientalia4all, 4 anni, 11 mesi fa


  3. Che cosa avrebbe scritto 'Repubblica' se, al posto della stagista, ci fosse stato uno stagista?

    Scritto da Piero Sampiero, 4 anni, 11 mesi fa


  4. Piero, dai, non esageriamo! Addirittura? Siete malpensanti però, cari amici..

    Scritto da Boh/orientalia4all, 4 anni, 11 mesi fa


  5. questa vicenda della giovine ed avvenente signorina credo faccia aumentare i consensi, perchè rappresenta ciò che moltissimi uomini italiani sognano, oppure surrogano con banali prestazioni mercenarie, insomma aumenta il processo d’identificazione; laddove l’elettore non si può identificare con il personaggio, però trova che il personaggio assomiglia a lui stesso nei suoi sogni, sia notturni che ad occhi aperti; non fa presa l’indignazione morale sulle questioni erotiche, giacchè quasi tutti gli italici ultrasessantenni si sentono ancor più vicini, anzi quasi liberati finalmente d’un tabù, e liberati dai sensi di colpa per le loro molto più di basso rango scappatelle

    insomma, io proporrei a repubblica di lasciar perdere, se non vuole un plebiscito elettorale per il nostro anziano simpaticone

    Scritto da diego, 4 anni, 11 mesi fa


  6. Se permetti il Berlusca è molto più cafone e bauscia di Bill: almeno Bill non se l'e andata a cercare bella e avventente, ma soprattutto l'ha messa sotto la scrivania, mica in bella mostra. Veronica poi si è solo separata, non ha divorziato, quindi altri dieci punti in meno al cavalierone farfallone che vuol passare al dessert senza neanche aver finito il secondo con contorno.

    Scritto da Blackidna, 4 anni, 11 mesi fa


  7. diego, anche io la penso così, ma che La Repubblica insista è ovvio: cerca la notizia, come tutti i giornali.

    Scritto da Boh/orientalia4all, 4 anni, 11 mesi fa


  8. Ecco finalmente il video della bella Loglady Loon,
    la velina ventiseienne che chiama Berlusconi «papi».

    «Per me Silvio è un secondo papà: mi telefona e lo raggiungo. Poi insieme cantiamo e balliamo le canzoni di Jannacci, soprattutto "Vengo Anch’io. No, Tu No"»

    http://susyspecchi.splinder.com/post/20558948/Vengo+Anch%27io.+No%2C+Tu+No

    Scritto da Paolo Palmacci, 4 anni, 11 mesi fa


Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.