Diritti umani: la rivolta di Lhasa, 10 marzo 1959 - 10 marzo 2009

ragazzi tibetani

Domani i buddhisti di tutto il mondo (chi sa, forse anche quelli in Cina) festeggeranno la Rivolta di Lhasa, avvenuta esattamente 50 anni fa.

Il 10 marzo 1959 il risentimento dei tibetani, dal 1950 sotto il giogo della repressione cinese, sfociò in un’aperta rivolta popolare. L’esercito di Pechino stroncò la rivolta nel sangue: 87.000 civili tibetani furono uccisi e migliaia furono incarcerati.

Il Dalai Lama, non senza soddisfazione da parte della Cina, fu costretto a lasciare il Tibet e chiese asilo politico all’India. Tuttora risiede a Dharamsala.

Stranamente, lui e i suoi uomini passarono la frontiera indisturbati: la Cina si era finalmente sbarazzata del capo carismatico, del detentore del sommo potere politico, e in parte religioso — non è l’unico sommo lama, dato che vi sono quattro scuole principali e innumerevoli scuole minori di buddhismo tibetano — e del simbolo stesso del popolo del Tibet.
Del simbolo dei popoli oppressi di tutto il mondo.

Per ricordare la rivolta, la Comunità Iibetana in Italia ha organizzato per domani due manifestazioni, una nazionale a Roma con una fiaccolata e una a Milano, con una conferenza, a cui parteciperà un ex partigiano tibetano, Reting Tempa Tsering, la CISL Lombardia e la CISL di Milano, e la proiezione di un video. Quello che vogliono è solo che in Tibet torni la pace.

Manifestazione nazionale a Roma
15.00 – 18.00: Sit in davanti a piazza Montecitorio, Musica e Preghiera dei monaci tibetani 18. 30 – 20.00: La fiaccolata silenziosa da piazza Venezia alla piazza Colosseo. Preghiera dei monaci dedicata alla pace in Tibet. Per maggiore info contattare3287438279

Manifestazione di Milano
Martedì 10 Marzo , alle ore 17,00 presso la Scuola Edile Milanese (ESEM) di Via Newton 3 – poco fuori Milano. Interventi di: Reting Tempa Tsering, ex partigiano tibetano, e di esponenti delle Associazioni e dei Gruppi che hanno aderito alla manifestazione Al termine verrà proposto in anteprima il video “In Marcia verso il Tibet -II Parte” di P. Verni e K. Chukey.



Commenti

  1. Uh, ne hanno parlato anche a "Uomini e Profeti" (Radio 3 italiana, mp3 sul sito per una settimana) nella trasmissione di sabato scorso. All'inizio hanno spiegato un po' quello che dicevi qualche tempo fa sulla gestione politica del governo in esilio. Per me che ne capisco poco è stato interessante.

    Scritto da Bubbo Bubboni, 8 anni fa


  2. Non lo sapevo, grazie.

    Ma non è che non capisci, il Bubbo capisce sempre tutto! E’ che non segui.

    Scritto da Boh/orientalia4all, 8 anni fa


  3. Salve a tutti, vi mando il link del video che abbiamo realizzato durante la fiaccolata del 10 marzo a Roma, a sostegno del popolo tibetano il video dura 8 minuti, è a disposizione di chiunque sostiene la causa del tibet per ulteriori informazioni Pamela Tiziana Di Troila e sempre FREE TIBET

    Scritto da Pamela, 8 anni fa


  4. a tutti: il link si apre clickando sul nome Pamela.

    Scritto da Boh/orientalia4all, 8 anni fa


  5. [...] si celebra il 52esimo anniversario della rivolta di Lhasa contro la repressione della Cina del 1959 e la rivolta del 2008. Come ho già detto più volte, la [...]

    Scritto da Il Dalai Lama lascia il potere: che futuro per il Tibet? | Orientalia, 6 anni fa


  6. [...] famosa la storia che solo Tucci ebbe il permesso di visitare Lhasa. Nel 1948 la città era infatti probita agli stranieri. Fosco Maraini però non ci ha mai creduto e [...]

    Scritto da L'oracolo di Yatung prevede che solo Tucci possa entrare a Lhasa » Giuseppe Tucci, 5 anni, 9 mesi fa


Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.