Se li amiamo davvero: San Silvestro per cani, gatti e uccelli

CharlieSì, sto parlando della notte dell’ultimo dell’anno per i nostri fratelli da proteggere e di cui prendersi cura: cani, gatti e uccelli che stanno in casa, ma anche gli animali nelle stalle.

La notte di San Silvestro, per tradizione, si sparano petardi e botti vari, oltre ai fuochi d’artificio. Si sa quanto siano pericolosi per l’uomo, ma pochi sanno quanto siano pericolosi per loro.

Infatti questa notte vivono momenti di angoscia assoluta a causa dei botti, che provocano ogni anno, solo in Italia, la morte per infarto di almeno 500 cani e altrettanti gatti in età avanzata.

Noi abbiamo due cane, Lili e Charlie (nella foto), che soffrono tutta la notte: per loro questi rumori improvvisi, tuonanti e scopiettanti sono un segnale di pericolo assoluto, una minaccia per la loro vita. Si nascondono in fondo alle scale, al buio, tremano o piangono per ore.

Ma la cosa più brutta, ed evitabilissima, è quando escono. I ragazzini, ché guai a dirgli qualcosa che un nugolo di genitori inveisce e ti maltratta come fossi una criminale che “osa” chiedere ai loro sacri figli di smettere, lanciano “per gioco” sotto i loro musi, o comunque vicino a loro, petardi e moraretti. Oltre a scappare terrorizzate, le mie cane dopo non sono volute più andare in quel parco o in quella strada, mai più mai più.

Sono ormai due i parchi o i giardini qui in centro a Milano (e non ce ne sono tanti) dove non possono più andare, quello di Porta Venezia e quello Fratelli Bandiera, e a nulla vale essere fermi e costringerle perché è terrore puro e irrazionale, e non si supera in alcun modo.

Vi prego, dite ai vostri figli o ai vostri alunni di non sparare i mortaretti per la festività di San Silvestro. Date un segnale di civiltà e di buon senso insegnando loro a rispettare e prendervi cura dei loro amici tutti i giorni dell’anno, e non solo quando fa comodo.

Di seguito trovate il decalogo per cani e gatti fatto circolare dall’Associazione italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente, AIDAA, per questi giorni di festa. In questo periodo l’associazione renderà attivo il “telefono amico AIDAA” nelle giornate del 31 Dicembre e 1 Gennaio, dalle 9 alle 20, fornendo gli indirizzi utili dei pronto soccorsi e ambulanze veterinarie nei maggiori centri d´Italia e raccogliere segnalazioni su animali scomparsi e animali vaganti per le strade: sportelloanimali_at_libero.it, oppure 392-6552051.

Decalogo per i cani:

- Non mostrarsi troppo protettivi, alimenta le loro paure.
- Tenerli in appartamento, meglio se in una stanza in penombra e lontana dai rumori.
- Minimizzare l´impatto dei botti accendendo la musica.
- Non tenerli legati alla catena, potrebbero strozzarsi
- Passeggiare con il cane ben legato al guinzaglio, facendo attenzione per i cani anziani e cardiopatici.
- Assicurarsi per tempo che siano facilmente identificabili con microchip, tatuaggio e medaglietta per i casi di smarrimento.
- In caso di smarrimento cercare il cane nei canili, comunicate la scomparsa presentando denuncia di smarrimento ai vigili o carabinieri o polizia, avvisare le
associazioni animaliste ed i siti internet che si occupano di cani scomparsi (sportello AIDAA sportelloanimaliATliberoPUNTOit, oppure telefonare al3926552051).
- Non rafforzare la loro paura dei botti agitandovi

Decalogo per i gatti:

Non guardarli negli occhi, potrebbero diventare aggressivi.
- Manifestare indifferenza accendendo musica o tv.
- Non lasciarli soli in giardino ed in balcone in quanto potrebbero farsi male, scappare o buttarsi
- Preparargli un rifugio alternativo gia individuato, per esempio sotto il letto.
- Anticipare l´orario dei bisogni e nei casi più gravi chiedere al veterinario di fiducia un blando sedativo per tranquillizzarli.
- Assicurarsi per tempo che siano identificabili per microchip o tatuaggio.
- In casa di scomparsa, cercare il gatto in primis nella zona, in genere si nasconde poco distante da casa.
- Sempre in caso di scomparsa, preparare una locandina con foto e numeri telefonici da affiggere vicino a casa e diffonderla via internet sui siti animalisti.

Qui c’è anche la petizione noaibottidicapodanno da firmare per mettere fuori legge gli odiati botti. Attenzione però ché, quando firmate, vi ritornerà indietro una email di conferma con la pubblicità di un libro che già sta impestando tutti i mezzi di comunicazione possibile e immaginabili.
Una cosa davvero antipatica e meschina.



Commenti

  1. Spero che si mantengano in vita altre tradizioni e si festeggi l’arrivo del nuovo anno con un semplice e sentito abbraccio .

    Auguri di buona salute, serenitá e speranza a te, ai tuoi cari, alle splendide cane e a tutti, compresi i nostri amici animali.

    skip e tribù

    Scritto da skip, 5 anni, 3 mesi fa


  2. ciao cara, infatti di tradizioni ne abbiamo tante e possiamo ben tenerci e coltivarci quelle innocue per tutti! Fratellini compresi.

    Tantissimi auguri anche a te e a chi ami:)

    Scritto da Boh/orientalia4all, 5 anni, 3 mesi fa


  3. Aggiungerei; tenere chiuse finestre e tapparelle, per attutire rumori e lampi di luce. I miei gatti non li lasciavo mai soli a Capodanno; festeggiavo in casa con amici, i mici erano contenti perché molto socievoli e coccolatissimi ;-*

    Scritto da Mitì, 5 anni, 3 mesi fa


  4. assolutamente sì Mitì. Le mie sono anche un po' troppo socievoli (cioè ti vengono in braccio come fossero gatti…) e non so a Capodanno se lascerebbero gli ospiti mangiare in pace.;)

    Scritto da Boh/orientalia4all, 5 anni, 3 mesi fa


  5. Pippo ringrazia a nome della categoria :-)
    Abbiamo ripreso il post e i messaggi simili della Lav sul nostro blog.

    Un sereno 2009 a tutti.

    Scritto da Massimo, 5 anni, 3 mesi fa


  6. Massimo, il dolce Pippo se lo stramerita! hai visto che bella ragazza che ho io?:)
    Si dovranno conoscere prima o poi.

    Buon 2009 a voi due e ai tuoi lettori!

    Scritto da Boh/orientalia4all, 5 anni, 3 mesi fa


  7. La gattina che abbiamo adottato è una trovatella. Non sappiamo molto del suo passato, solo che ha due orecchioni in testa e che è molto sensibile ai suoni. Ieri c'era molto vento per cui ha passato la giornata a rincorrere il vento da dentro casa perché è comunque una cacciatrice di qualsiasi cosa si muova, inclusi piedi e luci. Ma un po' si spaventava a volte e finiva a nascondersi sotto al divano. Quando passiamo l'aspirapolvere è la stessa storia perché poverina è impaurita. Per fortuna vivo in un paese civile, dove i botti sono un fenomeno molto contenuto.

    Scritto da Antonio Cangiano, 5 anni, 3 mesi fa


  8. Ciao Antonio! Come si chiama? Dai mostraci le foto… Sì, tu vivi in Canada, che uno dei paesi più civili del mondo. Sotto tutti i punti di vista. E dicono anche che sia molto bello.

    Io i botti li adoro ma da quando ho gli animali (cioé sempre) non posso fare a meno di pensare prima di tutto a loro, ai fratellini, così preferisco i fuochi vari senza scoppi o botti.

    Scritto da Boh/orientalia4all, 5 anni, 3 mesi fa


  9. La gattina si chiama Stella. Ecco alcune foto di quando l'abbiamo appena presa (aveva 11 settimane): http://flickr.com/photos/acangiano/3056139189/in/set-72157609932254611/. Ora è circa il doppio anche se è una atleta per cui rimane molto snella, lunga e agile. Dovrò scattare qualche foto in più, visto che cresce a vista d'occhio.

    Scritto da Antonio Cangiano, 5 anni, 3 mesi fa


  10. Che bel nome Stella! Glielo avete messo insieme? La foto è stupenda, dici che tu e tua moglie l'avete adottata. Per forza, sfido io a generare una micia…:)

    Scritto da Boh/orientalia4all, 5 anni, 3 mesi fa


  11. Ahah, uso il termine "adottata" piuttosto che "comprata" perché non è stata acquistata in un negozio bensì adottata da un rescue center. Il nome l'ha scelto mia moglie ma a volte finiamo per chiamarla "stellina", "lolcat" o, nel mio caso, "tigrotta". La cosa buffa è che mia moglie conosce relativamente poche parole italiane, ma se ne è uscita con un nome italiano piuttosto adeguato. :)

    Scritto da Antonio Cangiano, 5 anni, 3 mesi fa


  12. Antonio, io avrei detto "presa", anche comprata non mi piace per un essere vivente. Tigrotta è anche molto appropriato, non solo Stella.:) Tu le nostre le conosci, vero?

    Scritto da Boh/orientalia4all, 5 anni, 3 mesi fa


  13. Un bel pensiero, per la fine dell'anno e l'inizio del nuovo, ricordare i migliori amici della nostra esistenza, sperando che le raccomandazioni siano seguite e la considerazione per gli animali, ed il rispetto loro dovuto, si diffondano sempre di più. Auguri.

    Scritto da Piero Sampiero, 5 anni, 3 mesi fa


  14. Se gli uomini non rispettano neanche i loro simili cio altri esseri umani,allora(allura) mi domando che sensa ha di parlare del rispetto animalista(personalmente mi piaciono gli animali e non ho mai mangiato ne- gatti ne- cani ,statevi pure tranquilli.).

    Scritto da Liu zb, 5 anni, 3 mesi fa


  15. Piero, a Milano ci sono stati pochissimi botti, mi sembra anche meno degli altri anni. Auguri anche a te

    Scritto da Boh/orientalia4all, 5 anni, 3 mesi fa


  16. Liu ZB, almeno proviamo a rispettare gli animali, loro ci sono fedeli e ci amano molto più di quanto noi amiamo loro. E seguono delle regole, noi no.

    Scritto da Boh/orientalia4all, 5 anni, 3 mesi fa


  17. Poveri animali. L'anno scorso e quello prima ancora ho passato il capodanno a casa con Valda (the dog) in braccio e le due gatte poverine inguattate sotto al divano con l'occhio pallato. Quest'anno per loro fortuna erano in campagna lontano dal delirio. Spero che tutti quelli che si divertono a terrorizzare i cani per strada siano gli stessi che il primo gennaio restano mutilati per lo scoppio di petardi in mano mentre io penso "che coglioni…"

    Scritto da margotmood, 5 anni, 3 mesi fa


  18. margotmood, io non lo spero ma certo che, ogni tanto, se fossero puniti non sarebbe male…

    Scritto da Boh/orientalia4all, 5 anni, 3 mesi fa


  19. Ho una dolcissima barboncina che a marzo il giorno 7 compirà 2 anni, quando si avvicinano questi periodi dei botti la prendo in braccio rassicurandola se non ci sono ce mia madre; sarebbe bene che facciano tutti la stessa cosa e la raccomandazione più grande è di non lasciarli mai soli i nostri piccoli ma grandi amici. P.S. Tutti uniti per far chiudere green hill.

    Scritto da Antonio, 3 anni, 3 mesi fa


Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.