Mumbay, la notizia data dai musulmani e i commenti dei fondamentalisti induisti

La notizia trionfalistica data per radio (italiana) stamattina, che gli ostaggi di tutti gli alberghi di Mumbai erano stati liberati, era parziale: in realtà, al momento, solo l’Hotel Taj Mahal è stato liberato. Queste le ultime notizie della BBC.

Al Jazeera, benché sia probabilmente la sola emittente araba indipendente, non mette neanche la notizia in prima pagina. Mentre fa una piccola rassegna delle dichiarazioni ufficiali di Europa, USA, UN e così via, scrive in tono molto moderato, non riportando quasi i morti:

USA e UK dicono di non riportare vittime civili fra i loro cittadini, mentre il Giappone riferisce che un suo cittadino è stato ucciso mentre un altro ferito, come anche due australiani e un impiegato del Parlamento europeo sono stati feriti.

Molto forte invece la dichiarazione della parte opposta, quella dei fondamentalisti induisti.

K. S. Sudarshan, leader del Rashtriya Swayamsevak Sangh o RSS, la grande organizzazione che tanto spazio ha avuto quando il partito di maggioranza del governo era il BJP, da detto:

Il RSS esprime shock e angoscia sull’ignobile attacco dei terroristi della città di Mumbai [...]. L’ampiezza dell’attacco, il numero dei terroristi, l’enorme quantità delle armi che avevano e la sfacciataggine con cui hanno attaccato un gran numero di posti importanti della città, chiaramente indica che i terroristi hanno lanciato non un semplice attacco, ma una guerra alla nazione.

E’ chiaro che l’intenzione dei terroristi è quella di distruggere la pace, l’armonia e il morale della nostra nazione. Il RSS si è sempre opposto fermamente contro tutti quelli che sono stati i nemici della nostra unità nazionale, della democrazia e della civiltà.

Io esorto i membri del Swayamsevak a continuare i loro sforzi per salvare le centinaia di persone ferite o colpite in qualsiasi modo da questo attacco terrorista. Chiedo anche loro di vegliare al massimo perché niente intralci gli sforzi del Governo e che alle agenzie sia permesso di piazzarsi ovunque nel paese.

Rendo triste omaggio a tutte quelle persone che hanno perso la vita in questo barbaro attacco terrorista. Faccio il saluto militare al coraggioso personale di sicurezza, incluso gli agenti di grado Sri Hemant Karkare, Sri Vijay Salaskar, Sri Ashok Kamte, che hanno perso la vita difendendo con valore la nostra nazione.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.