La Rete unisce e la Rete divide

divorzoNotizia dal Times e il Guardian. Il signor Pollard ha conosciuto la signorina Taylor in chat. Dopo 6 mesi hanno cominciato a vivere insieme e nel luglio 2005 sono sposati.

Al tempo già erano in Second Life, ambedue più giovani e più belli (perché uno dovrebbe avere gli stessi difetti anche in un’altra vita?), lui come Dave Barmy, lei come Laura Skye, così hanno celebrato il matrimonio anche lì.

Un bel giorno la signora Taylor si è svegliata da una pennichella, ha trovato il marito al computer, ha gettato un’occhiata sullo schermo e ha visto Dave che stava abbracciato sul divano con un’altra donna. E non era la prima volta. Già nel 2007 un avatar investigatore privato, che lei aveva ingaggiato, aveva scoperto un’infedeltà di Dave. Che aveva dovuto scusarsi con la moglie sia su Second Life, sia nella vita reale.

Per quest’ultima infedeltà lei ha chiesto e ottenuto il divorzio.
Spero per colpa, perché a mio parere il tradimento virtuale non è meno vero di uno carnale: sono il sogno, la fantasia e il desiderio che contano, tutto il resto viene dopo.

Eppure, sono certissima che qualcuno direbbe:

Possibile che anche su Second Life devo essere perseguitato da mia moglie? Che non posso stare in pace neanche lì? Non ho fatto niente di male io, non è mica reale!

Ecco, secondo voi, Pollard/ Dave ha tradito Taylor/ Laura, o no?



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.