In tempi di crisi l'America scopre il matrimonio combinato

Arranged marriageSta facendo scalpore un articolo su The Times of India. Pare che in USA si stia diffondendo una nuova moda: il matrimonio combinato dalle famiglie, arranged.

La ricetta è semplice: i genitori invitano i potenziali sposi, scegliendoli fra i vicini, i conoscenti, i figli degli amici, perché si conoscono i loro valori e stili di vita e si minimizzano i rischi di divorzio. E si rafforza il senso di appartenenza a una comunità.

Questa pratica è la norma in India, che asserisce di averla esportata in Occidente. The Times of India cita Marian Salzman, un’anticipatrice di tendenze a New York:

Il costo del corteggiamento — e, dio ci salvi, di un divorzio — è così alto che la gente vuole sempre più che il matrimonio sia strutturato. “In questi tempi difficili, la libidine si assottiglia”.

Che dire? Se mio padre mi avesse combinato una cena o una gita con Brad Pitt, quello scanzonato di Thelma & Louise, con quel gigione di George Clooney o il magnifico Richard Gere di American Gigolò, chiamatemi retrograda ma io avrei accettato volentieri!



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.