Finirà con un carrarmato il calvario di un gay che sapeva guidare?

carrarmatoAlla visita di leva Danilo si è dichiarato gay. E’ stato esonerato. La Motorizzazione di Catania gli ha sospeso la patente per “disturbo dell’identità sessuale”, lui ricorre al Tar perché “l’omosessualità non puo’ considerarsi una malattia psichica” ma l’avvocatura dello Stato ricorre contro la sentenza che ha condannato i ministeri della Difesa e dei Trasporti a risarcirlo.

Il suo avvocato ha dichiarato alla radio che se Danilo riuscirà a vincere, e a prendere i 500.000 eu di risarcimento richiesti, comprerà un carrarmato.

Ora, io non so i prezzi, ma visto che dichiararsi gay sta costando a Danilo costi e fatica, perso nel solito iter macchinoso della giustizia italiana, o alla fine del calvario riuscirà a operare il miracolo della trasformazione dell’acqua in vino e si porterà l’ingombrante aggeggio a casa, oppure per carrarmato l’avvocato intendeva quello della foto.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.