Auguri per un'amica

dalieSì, sono per te, Placida.
Mia cara, io non ho parole adatte per farti gli auguri come si deve — tu sai che non sono né scrittore né poeta — così ti offro una lirica che amo molto di uno dei miei autori preferiti, il Nobel Rabindranath Tagore. E’ tratta dalla raccolta Gitanjali e, visto che quella che scrive sei tu, te la offro con la prefazione di un altro poeta, W. B. Yeats, e dei fiori appena sbocciati sulla pianta.

In fondo, un blog può servire anche a questo, a offrire una poesia e dei fiori a un’amica che festeggia il compleanno.
Tanti auguri mia cara!:)

A lungo durerà il mio viaggio
e lunga è la via da percorrere.

Uscii sul mio carro ai primi albori
del giorno, e proseguii il mio viaggio
attraverso i deserti dei mondo
lasciai la mia traccia
su molte stelle e pianeti.

Sono le vie più remote
che portano più vicino a te stesso;
è con lo studio più arduo che si ottiene
la semplicità d’una melodia.

Il viandante deve bussare
a molte porte straniere
per arrivare alla sua,
e bisogna viaggiare
per tutti i mondi esteriori
per giungere infine al sacrario
più segreto all’interno del cuore.

I miei occhi vagarono lontano
prima che li chiudessi dicendo:
«Eccoti!»

Il grido e la domanda: «Dove?»
si sciolgono nelle lacrime
di mille fiumi e inondano il mondo
con la certezza: « lo sono! »

(foto)



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.