Un amico speciale: Sex Crimes and the Vatican

Oggi sarei dovuta andare al FemCamp. Tutto pronto, albergo e tutto, ma non ho potuto. Mi ero segnata a metà aprile ma pazienza, presenterò “Di cosa parlano le donne?” in un’altra occasione. Mi dispiace per Blublog, Gioxx’s Wall e altri che mi hanno scritto che volevano ascoltarmi. Grazie, ci conosceremo la prossima volta:)

Così, dato che ho due minuti di tempo, mi sono decisa a vedere il video della BBC Sex Crimes and the Vatican, che però non è più disponibile. In compenso ho trovato il documento, distribuito nel 1962 dalla Suprema Congregazione del Santo Ufficio, che indica ai patriarchi, arcivescovi, vescovi e altri ordinati, anche di rito orientale, come comportarsi in caso di accertati reati di pedofilia.
Questo è il testo del video in questione.

In effetti mi interessava vedere il video per il mio amico Olson. Era grasso, circa 170 Kg, e il suo nutrizionista di Boston lo ha fatto dimagrire 80 Kg. Così ora ha ritrovato la serenità e può andare in giro, specie per club, insieme a suo marito, Olson (infatti li chiamiamo tutti gli Olsons). Si sono sposati circa due anni fa a Cambridge, in Massachusetts, non sono potuta andare ma ho visto le foto, ho mandato gli auguri ecc. ecc. Una cerimonia davvero commovente, in chiesa, e poi una grande festa, oltre 200 invitati nella loro casa con giardino e piscina. Che dove vivono loro, a Dorchester, a sud di Boston, ce l’hanno proprio tutti, ma la loro è più bella perché è sempre calda.

Gli Olsons abitano insieme da 12 anni e sono una coppia ben collaudata. Quando si sono conosciuti John era uno scavezzacollo bellissimo, palestratissimo, sempre in giro per club, un uomo al giorno toglie il medico di torno e così via. Il mio amico Marc invece era in Seminario e, dopo anni, stava per essere ordinato prete gesuita. Mancavano pochi mesi. Ma poi ha conosciuto il grande amore e ha cambiato strada.

Tutti e due sono concordi nel dire che il più libero, quello assolutamente spregiudicato era Marc, che era entrato in Seminario all’età di 14 anni, giù in Virginia, e che è tuttora fervente cattolico. Quando ho chiesto a Marc se non si sentiva a disagio a stare in una scuola religiosa, giovanissimo e circondato da tutti quegli uomini, lui mi ha detto

Anzi! Stavo benissimo. Il sesso l’ho scoperto proprio lì e non potevo stare meglio. E ho scoperto che erano quasi tutti gay.

Era stato iniziato ai piaceri del sesso quindicenne dal prete che gli insegnava musica. Tutti lo sapevano e tutti erano passati per le sue mani, anzi, per i suoi pantaloni.

Mi ha raccontato di scambi di letto e di piccole orge non da soli, fra ragazzi, ma coi preti adulti. E mi ha detto la cosa era accettata normalmente, lo sapevano tutti che in Seminario si faceva.
Quando, per caso, ha incontrato il suo Olson, ha deciso di abbandonare la vocazione, contro il parere dei genitori, che pure sapevano benissimo quello che succedeva. Come lo sapevano tutti, nel cattolicissimo paesino della Virginia dove abitavano.

Ma i genitori temevano lo scandalo, non volevano che il figlio convivesse con un altro uomo..

(la foto dal DallasNewsReligion, un sito sulla fede, valori, ecc. un po’ conservatore)

p.s. Mi segnalano che il video si vede. Inshallah!



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.