Un felice ZenaCamp all'insegna del dono

Hanno già parlato in molti dello ZenaCamp e in molti hanno pubblicato le foto. Io aggiungo solo due cose che mi hanno colpito di questo BarCamp alle trenette: l’allegria e il dono. Di Andrea, uomo concreto e felice, degli altri organizzatori tutti gentili (alcuni sono qui), di Maria alla reception, della città, che mi ha accolto in uno splendore di marmi, di centro storico antichissimo, di sole, di brezza, di mare blu e di abitanti così quieti, così disponibili, così sorridenti che non credevo che al nord ce ne fossero.

Oltre all’organizzazione perfetta, e incasinata al punto giusto, quello che basta, in un Palazzo Ducale di gran lusso, ai tanti blogger allegri, alle presentazioni interessanti, alla stupenda sacca da mare color arancio ripiena di cose belle e buone, dono dell’azienda di Andrea e, in parte, di Tombolini, al piatto enorme di trenette al pesto che ho mangiato a pranzo, alle ragazze del bar del palazzo che ho conosciuto lì e con le quali ho chiacchierato di cose importanti, alla grande tavolata e l’ottima pizza della sera, mi è rimasta l’impressione di aver ricevuto tanti altri regali: ho conosciuto dei blogger che volevo incontrare da tempo, soprattutto lei, che ha parlato dell’importanza del blog come memoria storica, ma anche lui e lui. Ma tanti altri ne potrete vedere sul mio video (oddio, chiamarlo video è una parola grossa ma voi capite, vero?), stasera, dopo che avrò comprato il cavo. Ho conosciuto anche loro. E a cena stavo di fronte a Laura, una donna forte e in gamba che è stato bello sentir parlare di giornalismo e di Cina. E ho rivisto tanti amici che mi piace rivedere ogni volta, Jtheo, Totanus, Gaspar, Lele Daino, Matteo B, Intempestiva, Surreale e tanti altri. Ho ricevuto tanti sorrisi e sono stata impelagata in discussioni a iosa.

Ho avuto un altro bellissimo regalo, sono stata ospitata con le mie adorate cane da Lia, che non conosco, ma che ha gentilmente messo a disposizione il suo stupendo appartamento abbarbicato sui tetti del centro storico di Genova. Con tutto dentro, ricordi inclusi. Grazie Lia, mi hai commosso.

Ecco, questo BarCamp per me è stato all’insegna del dono e, quindi, della gratuità, dell’allegria, della comunicazione, dello scambio. Sono stata bene e sono stata felice di esserci andata. Ho riportato da Genova tante cose belle, che serbo nel cuore. Sì, felicità è una parola grossa, ma quello che ho provato è quello che più gli si avvicina.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.