Un buon musulmano può picchiare la moglie nel nome di Allah?

La risposta è sì. Però, se siete musulmani e avete voglia di farlo, prima guardate questo video di Bahrain TV del 20 giugno 2005 (da Libero video) e leggete bene quello che dice il bravo Imam.
Tutto molto, molto civile e nel pieno rispetto delle sacre regole, ottemperando alle leggi di Allah. E non siate incivili, mai di fronte ai bambini!

E se proprio volete scialare, per sapere bene come comportarvi con la donna in genere leggete anche l’articolo di Magdi Allam sul Corriere della Sera “TV nascoste in moschea L’imam: sharia in Italia” sull’inchiesta in incognito di due giornalisti di SkyTg24 nelle moschee di Viale Jenner a Milano e Centocelle a Roma. Tutti avranno visto anche la puntata dal titolo «Un velo fra noi», della trasmissione Controcorrente condotta da Corrado Formigli su SkyTg24.
Io no, ma ne leggo da tutte le parti.

L’importante è l’aperta violazione dei diritti umani dell’Imam, e non solo. Va bene, i giornalisti, si sa, sensazionalizzano un po’ tutto. Ma guardate il video e leggete gli articoli e non mi venite a dire che la letteratura sacra e i commentatori dell’Islam lasciano la donna così libera di autodeterminarsi. Che ci sia libertà per la donna. Velo o non velo. E che sia tutta colpa dei giornalisti — pur senza, per questo, pensare a Hina.

p.s. mi ha segnalato jaco una sentenza della Corte di cassazione che, di fatto, fa passare come lecite e legali le violenze fisiche e psicologiche inflitte dal marito a una signora Testimone di Geova per motivi religiosi, nonché le sue infedeltà.

Il che conferma quello che ho scritto nel commento: che i giudici, specie di Cassazione, sono quasi tutti uomini, che l’orientamento giurisprudenziale nelle questioni di famiglia è ritornare a penalizzare la donna come prima degli anni ’70, e che vorrei vedere nel caso specifico cosa fa di mestiere l’uomo e cosa la donna, se lavora, chi famiglia hanno alle spalle ecc.

Inoltre i Testimoni di Geova hanno molto problemi, nel nostro paese: se sono donne ne hanno molti di più, subiscono doppia violenza. Mi pare che le donne di tutte le confessioni siano molto svantaggiate, rispetto agli uomini, ma questo è un altro discorso, che farò a tempo e luogo.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.