Nepal? Roma! Anzi, Villa Mondragone..

Villa MondragoneOggi partiamo per Villa Mondragone, vicino Frascati (ai Castelli, vicino Roma), per partecipare a uno workshop sul Nepal e gli studi applicati sul campo. Io parlerò sul difficile passaggio dalla dittatura di Gyanendra alla democrazia.
Saremo in questa stupenda villa di proprietà dell’Università Roma 2, immersa nel verde di un parco con fagiani e cinghiali. Guardate le foto della villa. Questa sopra è l’entrata principale. Non mi dispiacerà dormire nelle sue sale cinquecentesche tutte affrescate.

Purtroppo non ci vedremo per qualche giorno, almeno fino a lunedì, perché domenica, appena arrivata, devo incontrare un tizio per un libro.

Allora, baci e abbracci — e non piangete! Ci rivedremo fra poco, Inshallah.

Il complesso della villa Mondragone, innalzato su una collina a 416 metri sul livello del mare, è parte del sistema delle ville Tuscolane che si estende tra Frascati e Monte Porzio Catone (del cui comune fa parte) al quale si accede dalla via Tuscolana al km 21, in direzione da Frascati a Monte Porzio.

La proprietà è composta da 18 ettari di terreno sistemato a parco: al centro, in posizione sopraelevata e felicemente panoramica, proiettata verso Roma, sorge l’imponente edificio della villa di circa 80.000 mc.

La storia edilizia di villa Mondragone inizia nel 1567 quando il giovane cardinale Marco Sittico Altemps, nipote amatissimo di papa Pio IV, acquista da Ranuccio Farnese, cardinale di Sant’Angelo, una villa, già del cardinale Ricci di Montepulciano, chiamata Angelina in omaggio al titolo cardinalizio del Farnese. Questo edificio verrà ridenominato villa Tusculana e, dopo la costruzione di Mondragone, sarà la villa Vecchia.

Villa MondragoneDapprima il cardinale Altemps si limita ad ampliare la preesistente villa Tusculana, con la soprintendenza dell’architetto Jacopo Barozzi da Vignola, affiancato da Martino Longhi da Viggiù. A lavori terminati, nel 1571, la villa ospiterà a lungo il cardinale Ugo Boncompagni, che di lì a pochi mesi diventerà; papa con il nome di Gregorio XIII. Proprio dal pontefice verrà il suggerimento di costruire nuna nuova, grande villa sul poggio sovrastante la villa Tusculana, sfruttando come sostruzioni gli imponenti resti romani della villa dei Quintili (consoli romani nel 151 d.C.). Essa sarà progettata da Martino Longhi. Ecc. ecc.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.