La prima Yahoo! International Journalism Fellowship: vince il Pakistan

Yahoo! ha donato 1 milione di USD alla’università di Stanford per fondare la Yahoo! John S. Knight Fellowships for Professional Journalists una fellowship internazionale per un giornalista che appartiene ai paesi dove c’è restrizione alla libertà di stampa. La libertà di parola scritta e orale è uno dei Diritti Umani internazionali.

Questo vuol dire una bella pubblicità per Yahoo! mentre scarica dalle tasse l’intera somma, secondo la legge americana. Ma significa anche che il paese del giornalista che vince sarà sotto i riflettori di Internet e ci sarà una bella pubblicità per il paese stesso e per le sue reali condizioni in termini di diritti umani, come la libertà di espressione. Un vero aiuto, finalmente.

Il primo giornalista che ha vinto è Imtiaz Ali, della BBC in pashtu in Pakistan (guardate che bella testata) — una delle lingue locali, parlato nel paese e in Afghanistan accanto all’ufficiale farsi (che in realtà sarebbe il pharsi o persiano) — un paese islamico dove la libertà di espressione scritta e orale è solo un’opinione.

The new Yahoo! International Fellowship will be aimed at journalists from countries where there are restrictions on freedom of the press, either by governmental agencies or other forces, according to James Bettinger, director of the Knight Fellowships. The first Yahoo! International Fellow will be Imtiaz Ali, a reporter for the BBC Pashto Service in Pakistan.
Pakistan is where Wall Street Journal reporter Daniel Pearl was kidnapped and murdered in 2002, and journalists there report disturbing patterns of economic pressure, threats and attacks, according to the Committee to Protect Journalists (CPJ), a New York-based nonprofit organization. Two Pakistani journalists were killed in February 2005 when gunmen opened fire on a bus filled with journalists, and in June the body of a Pakistani journalist abducted in December was found. He was the eighth journalist slain in Pakistan since 2002, according to the CPJ.

Leggete cosa scrive il Business Journal della Silicon Valley/San Jose: la fellowship esiste dal 1966. Ma, come si dice, senza soldi niente ricerca, niente giornalismo internazionale, niente premi e niente riflettori, niente diritti umani, niente di niente.

Uno dei giornalisti dei prossimi paesi non potrà che venire dal Nepal, anche se gli stati africani non scherzano..



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.