Gyanendra? No grazie! G. P. Koirala PM in Nepal

Gente felice per le strade di Kathmandu - (c) The HinduE così stamattina l’ottantaquattrenne G P Koirala ha prestato giuramento come Primo Ministro del nuovo Governo del Nepal. Non era presente nessun altro partito dell’Alleanza dei 7 o SPA. Erano presenti il Principe Paras Bir Bikram Shah Dev (che ammirate nel post precedente), il Capo dell’Esercito Pyar Jung Thapa, che è l’esercito del re, e il Giudice Supremo Dilip Kumar Poudel, totalmente asservito al re.

Koirala venerdì ha dichiarato che presto si terranno le elezioni per l’Assemblea Costituente, quello che chiedevano i Maoisti e l’ala più a sinistra del popolo. Nel suo discorso al Parlamento ha detto, rivolgendosi ai Maoisti:

I urge the Maoists, who have announced a three-month ceasefire to stop violence now and come for talks immediately.

Vedremo se Koirala, leader del partito Nepali Congress, riuscirà a mantenersi super partes per fare uscire il paese dalla crisi.
Anche l’inviato speciale del PM indiano, Karan Singh, e il Ministro degli Esteri Shyam Saran stamattina hanno incontrato Koirala. L’India è preoccupata perché confina col Nepal, perché i Maoisti nepalesi sono appoggiati da quelli indiani, perché migliaia di nepalesi ogni anno espatriano illegalmente in India e perché se il Nepal non riesce a trovare un equilibrio e attira ulteriormente le attenzioni dell’USA e della Cina, come sta avvenendo da almeno 4 anni, rischia di rompersi l’equilibrio geopolitico dell’Asia meridionale, dominato dall’India.

Una curiosità: l’esercito del re (Royal Nepal Army) ha oltre 46.000 soldati impegnati nelle operazioni di pace nel mondo con l’ONU. Poveri noi!



Commenti

  1. Toc! Toc!

    Chi è che bussa alla mia porta?

    "Sono La Guerra,
    porto in dote La Morte
    e vengo a riportarvi indietro una manciata di soldatini di stagno,
    ci stavo giocando, si sono rotti."

    Ma è terribile!!!
    Come è potuto succedere!
    I nostri Eroi!

    "Sono La Guerra,
    vetusta meretrice,
    non faccio distinzione fra militare e civile,
    ne distinguo classe sociale."

    Ma i nostri soldati erano impegnati
    in missione di Pace!

    "La Pace?
    io sono La Guerra.
    Guerra e Pace stanno accanto al massimo in un romanzo russo.
    Quando ci sono Io non c’è spazio per Lei.
    Qui in Iraq poi,
    quella fottuta non si è più fatta vedere,
    se non nei televisori dei caffè di Baghdad
    che rimandavano quelle vostre stupide manifestazioni
    nelle quali sfilate con quella ridicola bandiera,
    l’unica che non sono riuscita a intingere nel sangue."

    Ma i nostri valorosi combattenti!
    insomma anche il presidente Ciampi ha parlato di "immenso dolore"!

    "Sono la Morte
    e adesso
    mi spiego un poco.

    Ero qui anche ieri,
    ho bussato più volte alla vostra porta.
    Tenevo in braccio una madre coi suoi figlioletti
    uccisi come cani dinnanzi ad un checkpoint americano.
    Ho bussato ma non mi avete sentito.

    Ero qui anche il giorno prima,
    con i resti umani di quella che era una festa di nozze
    bombardata per errore dalle vostre bombe intelligenti.
    Ho picchiato sui vostri usci con ogni singolo frammento d’ossa,
    non mi avete dato retta
    vi ho sentito invece accapigliarvi per il rincaro del petrolio;
    anche questo merito mio.

    Ero qui anche il giorno precedente,
    e quello prima ancora, qui dinnanzi alle vostre case sin da quel fatidico 18 marzo 2003,
    ho condotto lo scuolabus saltato su una mina destinata ai convogli dei vostri alleati,
    ho fatti acquisti in un mercato poco prima fosse vittima dell’ennesimo bombardamento errato,
    vi ho portato da vedere i corpi decapitati dalla vostra intelligence,
    da saggiare le anime dei torturati a morte delle vostre Abu Ghraib.

    Ogni volta ho bussato,
    e ogni volta avete finto di non sentirmi,
    sino ad Oggi.

    Ora devo andare, sapete ho tutte queste teste da mozzare,
    questi corpi da spolpare, queste membra da amputare…
    Sono Grata ai governi occidentali per tutto il lavoro che ultimamente mi hanno fornito,
    però
    forse,
    non pensate che meriti un pò di riposo?
    Mi mandate in vacanza?
    Mi piacerebbe tanto villeggiare a Tehran…
    sto iniziando a studiare il persiano…"

    …to be continued…
    (purtroppo)

    http://guerrillaradio.iobloggo.com/archive.php?eid=1334
    vik alias guerrilla radio

    Scritto da guerrilla radio, 7 anni, 11 mesi fa


  2. ehm, il persiano non esiste, esiste la lingua farsi!:)

    ma hai scritto un inno alla guerrilla??? e il fine? la guerrilla ha sempre uno scopo, non è che fa la guerilla al mondo per farla, così, altrimenti lo ricoverano al manicomio criminale…

    Scritto da boh, 7 anni, 11 mesi fa


  3. [...] Gyanendra? No grazie! G. P. Koirala PM in Nepal domenica 30 aprile 2006 [...]

    Scritto da Orientalia4All, 7 anni, 11 mesi fa


Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.