Che ci trova Anna Falchi in Stefano Ricucci?

LalèQuesta è la domanda che mi sono posta stamattina, mentre aspettavo di vedere la piccola Lalè dal veterinario.
Sfogliavo un settimanale con le foto del loro (recente?) matrimonio. Lei è bella, un po’ fra la svizzerotta e la scucchiona, molto nordica e molto sorridente, impeccabile, truccata e pettinata anche d’estate, dopo il bagno sulla barchetta di famiglia. Non sembra un genio ma neanche scema e, comunque, per quello che fa non è rilevante (anzi…).
Incredibile, ha una entry nel pot pourri di Wikipedia!

Ho cercato un po’ di sue foto in giro ma l’ho trovata sempre nuda: dopo l’operazione al seno, dopo la liposuzione, dopo il ritocco alla bocca, su miliardi di calendari, ecc.
Al matrimonio aveva un mazzolino di orchidee bianche grandi come ruote di carro e sulla testa dei romantici boccioli di rosa bianchi. Che poi il mazzolino, i fiori di lui e quelli sulla testa della sposa dovrebbero essere uguali, non si cambia. Sarebbe come portare lo smalto rosso geranio ai piedi, rosa fucsia alle mani e il rossetto arancio.

Lui invece è proprio brutto, ma assai. Scuro tipo scarrafone, con una pappagorgia enorme, grosso e come gonfio. Non mi si dica “fascino mediterraneo” perchè non ne vedo. Però è sempre vestito di tutto punto.Lui

Sapevate che lui nel 1986 e nel 1989 si sarebbe spacciato per odontotecnico e ha avuto due denunce?
Poi però si sarebbe comprato la laurea in economia alla famosa Clayton University di San Marino per poco più di 7.000 Eu. Pezzente! Ma non si vergogna? So che fuori MI si comprano i diplomi per quella cifra…!

Domanda importante che non avevo mai avuto l’occasione di pormi prima: perché se l’è sposato?

p.s. Qui tutto su Ricucci, la sua vita e le sue opere, la sua sfolgorante carriera, la sua bellezza sfolgorante.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.