Vieri e Adriano...

Inter-Juve del 28 non è stata un granché.
A parte i lacrimogeni che la polizia ha lanciato ai cancelli, si respirava un’aria generale (anche da parte degli amici!) di aggressività e di violenza repressa davvero antipatica. Gli ultras dell’Inter hanno fatto casino lanciando fumogeni, petardi e anche qualche bullone sulla tifoseria della Juve.
Calma ragazzi. E’ un gioco, solo un gioco!!!

La Juve: Nedved correva di qua e di là barutolandosi, piroettando e tuffandosi a terra come un birillo (ma mi hanno detto che fa sempre così), instancabile e un po’ patetico. Bel fiato però (ma quanto gli durerà? Ha 32 anni compiuti in agosto..). E il capello già biondo miele ma schiarito brillava in campo insieme alla pelle bianco-rosata come la tetta della mucca.
Insomma bravo sì — ma anche tanta scena. Tanto protagonismo. Beh, almeno si guadagna i soldini che gli danno…

In complesso gli juventini sembravano superiori ai Nostri sin dal primo minuto di gioco, e anche più forti fisicamente (perché qualche volta mi sembra una partita di sumo, altro che calcio..).
I due goal che hanno fatto nel primo tempo non erano affatto rubati.

E poi l’Inter ha giocato maluccio, almeno al primo tempo.
I Nostri dormivano in campo, in confronto alla Juve. Mosci e spompati come se avessero perso già in partenza. Talvolta persi in campo, giravano a vuoto. Come se — che devo dire? — avessero rinunciato a vincere già in partenza.

Mancini, hai mai pensato di fargli fare un bel po’ di training autogeno per convincerli che va tutto bene, che la mamma li ama e che ce la possono fare?:)

E poi, quanto prendete di stipendiuccio miei cari???

Ma torniamo a noi: gli attaccanti (perché senza attaccanti non si fanno i goal ed è quello che conta, no?).

Adriano è stato davvero un somaro. Lento, svagato, senza spirito. Come inesistente — e quando c’era sarebbe stato meglio se fosse stato un fantasma.
Ma ha segnato l’ultimo goal della partita, e questo è quello che conta.

Visto che il rivale era moscio, il nostro Christian si intanto si era svegliato e aveva segnato un bellissimo goal d’angolo!
Bravo carino!!!

Così si conferma la mia teoria, che quando Adriano va giù, Vieri va su!



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.